Come diminuire il consumo del gas e risparmiare sui costi? - Mercatopoli
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Come diminuire il consumo del gas e risparmiare sui costi?
Giovedì 25 Ottobre 2018

Si avvicina il periodo invernale e una delle preoccupazioni più grandi delle famiglie è quella di dover affrontare la spesa per il riscaldamento: come consumare meno gas e quindi risparmiare sulla bolletta? Si può fare in modo più sostenibile per l’ambiente? Sono le piccole scelte quotidiane a fare la differenza, quando si tratta di mettere in pratica delle azioni che aiutano a diminuire i consumi. Ad esempio, il primo passo è quello di verificare che l'ambiente domestico non presenti dispersioni e che la casa sia ben isolata per massimizzare l'efficienza energetica ed eliminare ogni eventuale spreco. Infatti, se correttamente isolati, i muri perimetrali di una costruzione hanno la funzione di accumulare il calore, riducendo così le ore di riscaldamento necessarie per raggiungere una temperatura gradevole con conseguente risparmio di combustibile.

risparmiare-gas 

10 consigli pratici per consumare meno gas

1. Tieni la temperatura interna sui 20 gradi. Un ambiente troppo caldo non solo ti fa spendere molto di riscaldamento, ma è anche dannoso per la salute.

2. Impara ad usare il termastato correttamente. Imposta una temperatura più bassa per le ore che sai di passare fuori casa, e alza i gradi per le ore serali e la mattina poco prima del risveglio.

3. Cura la manutenzione e la pulizia di caloriferi, caldaie e convettori. I depositi di polvere e sporco riducono il flusso di calore. Andrebbero puliti ogni 2 mesi con un aspirapolvere dotato di un beccuccio sottile e panni umidi.

4. Umidifica l'ambiente, in questo modo eviti che diventi troppo secco e nocivo: una vaschette d'acqua posizionata sul termosifone servirà benissimo per lo scopo.

5. Tamponare eventuali spifferi all’interno della casa che non permettono la conservazione dell’aria calda è fondamentale per il mantenimento di una temperatura ottimale all’interno di tutti gli ambienti.

6. Sostituisci i vecchi infissi e metti i doppi vetri alle finestre. Una spesa che viene ammortizzata nelle bollette grazie alla drastica riduzione delle spese per il riscaldamento.

7. Tenere le finestre aperte per cambiare l'aria è indispensabile, ma fa disperdere il calore. Bastano una decina di minuti per arieggiare una stanza, possibilmente di mattina e con il riscaldamento spento.

8. Se la dispersione di calore è particolarmente alta, prendi in considerazione un isolamento termico sulle pareti. Può essere di cartongesso o altri materiali, ed è molto utile per contrastare sia la dispersione di calore sia l’eccesso di umidità.

9. Non utilizzare tendaggi troppo invasivi per coprire caloriferi e altre fonti di calore: puoi risparmiare fino al 40% sulla spesa relativa al riscaldamento.

10. Non riscaldare gli ambienti non abitati: se passi la maggior parte della giornata in alcune stanze e altre sono totalmente inutilizzate, non riscaldarle. Questo ti permetterà di ottimizzare il costo del riscaldamento anche in grandi abitazioni.

Vuoi scoprire tante pratiche green e intelligenti? Segui la nostra rubrica Vivere smart.



2 soluzioni green per riscaldare a basso costo

riscaldamento-ecologicoVuoi cambiare completamente il tuo riscaldamento in casa? Stai cercando un metodo che ti permetta di risparmiare e che sia anche ecosostenibile? Il mercato presenta numerose alternative in questo settore, dalle caldaie tradizionali alle pompe di calore, ma ci sono anche delle soluzioni che rispettano maggiormente l'ambiente e permettono di risparmiare sui costi della bolletta. Vediamole insieme:

STUFE A MAIS - Usate per riscaldare sia ambienti domestici che di lavoro, queste stufe si distinguono dalle altre perché bruciano un combustibile inusuale, i semi di mais sgranati, e non necessitano di un camino verticale, in quanto i fumi di combustione per essere addotti all'esterno non necessitano di tiraggio. Questo tipo di riscaldamento è sostenibile, efficiente e pulito perché il mais, grazie al minor livello di umidità, è altamente ecologico e di facile reperibilità. Utilizzare le stufe a mais vuol dire anche non incentivare l'effetto serra. Cosa significa? Che le emissioni di anidride carbonica prodotte da questa combustione sono pari a quelle che emetterebbe la pianta del mais durante il suo naturale processo vitale nell'ambiente. E per finire, queste stufe hanno un basso costo di gestione: a parità di energia termica prodotta, hanno costi più bassi delle stufe a pellet, a gas e a gasolio. Il costo del mais, infatti, è paragonabile a quello della legna.

QUADRI A INFRAROSSI - Pratici e di facile installazione, i quadri a infrarossi sono una scelta ecologica che permette di riscaldare in pochi minuti spazi di 25 metri quadri. Possono essere applicati a parete, come se fossero dei veri dipinti, o a soffitto. Quali sono i vantaggi di questo tipo di riscaldamento? Elevato rendimento termoelettrico, risparmio energetico, nessuna combustione né dispersione. Tutto funziona grazie al principio di irraggiamento con cui le onde infrarossi riscaldano cose e persone senza sprecare energie. Non riscaldando l'aria, ma solo i corpi solidi presenti in una stanza, i quadri a infrarossi non emettono alcuna sostanza inquinante dovuta alla combustione e sono immuni da qualsiasi dispersione energetica nella distribuzione del calore. Si riducono così i fastidi legati alla secchezza dell'aria, come gola secca o alla respirazione, oltre a ridurre sensibilmente la formazione di umidità nell'abitazione.

Vendere ciò che non usi fa bene al mondo, scopri Mercatopoli!


I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Arredamento 2019: LED e lampade smart protagoniste in casa
Giovedì 11 Aprile 2019
Risparmiare sulla spesa in 10 mosse
Venerdì 31 Ottobre 2014
11 motivi per cui preferire una casa piccola
Venerdì 22 Maggio 2015