I giovani e il riuso degli abiti: quanto ne sanno? - Mercatopoli
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
I giovani e il riuso degli abiti: quanto ne sanno?
Giovedì 23 Febbraio 2017

I giovani di oggi conoscono davvero il riuso? Sanno quali benefici comporta?

Abbiamo provato a rispondere a queste domande con l'aiuto di Beatrice Zoccatelli, sarta e docente del corso "Nuova vita al tuo armadio" che partirà proprio stasera a Sona, in provincia di Verona.

Durante le 8 lezioni i partecipanti, tra i 14 e i 27 anni, avranno la possibilità di imparare a dare una seconda occasione all'abbigliamento usato grazie al restyling sartoriale.

Un'occasione unica per entrare nel mondo del riciclo creativo, divertente ma anche molto importante quando si tratta di abiti, soprattutto perché è un modo intelligente di evitare enormi sprechi.

Nuova vita al tuo armadio: intervista alla docente del corso

Parlaci di te: chi sei e cosa fai nella vita? Mi chiamo Beatrice Zoccatelli e ho 25 anni. Cosa faccio nella vita? Molte cose! Al momento studio sartoria teatrale all'Accademia Lorenzo Da Ponte di Vittorio Veneto, dopo svariati studi come sarta e modellista. Sono anche apprendista in un laboratorio sartoriale da uomo a Verona dove sto imparando l'alta sartoria. Mentre nel tempo che mi rimane, mi dedico con passione al volontariato e alla cittadinanza attiva all'interno del Progetto Gutenberg presso la Biblioteca di Sona e nell'associazione (E)Vento tra i Salici, dove assieme a giovani creativi organizziamo eventi culturali e musicali.

riuso abbigliamento usato

Ed ora parlaci del corso che hai organizzato: “Nuova vita al tuo armadio”. Di cosa si tratta e perché hai pensato ad un tema di questo tipo? Con l'associazione di cui faccio parte, spesso collaboro con la Carta Giovani della Provincia di Verona e l'anno scorso mi è stato proposto questo “Bando Giovani Formatori”, che consiste nel mettere la propria passione a disposizione dell'insegnamento. Ho deciso di provare questa nuova esperienza partendo dal fatto che al di là che amo la sartoria e il vintage, spesso mi si chiede di modificare abiti usati riadattandoli. Un lavoro che volendo può essere svolto da chiunque nel privato con piccole nozioni di sartoria. Di conseguenza ho pensato, perché non insegnare come poter dare nuova vita al proprio armadio a chi è interessato ad imparare?

Questa sera si svolgerà la prima lezione del tuo corso, puoi svelarci cosa c'è in programma? La lezione di stasera è una presentazione del programma del corso con le nozioni di sartoria base del metodo SITAM che poi si metteranno in pratica con le varie lezioni. Inoltre ci saranno come ospiti le ragazze dell'associazione Giracose di Nogarole Rocca per presentare un esempio concreto di questo tema: il restyling sartoriale. L'associazione svolge nel suo operato la riqualifica di abiti usati e vintage con sfilate retrò a tema, partendo dagli anni '30 fino ad oggi. Un aiuto alle allieve per capire come spesso buttiamo via abiti che potrebbero essere valorizzati o come ancora più di frequente ci lamentiamo di non avere nulla da indossare, quando basta poco per rendere particolare una gonna o una camicetta che abbiamo comprato e non sappiamo come abbinare.

riuso abbigliamento usato

L'usato è un elemento fondamentale all'interno del corso, perché i partecipanti impareranno a dare nuova vita all'abbigliamento inutilizzato. Per te quanto è importante il valore del riuso e che significato ha? I giovani di oggi sono consapevoli dei benefici del riciclo a livello ambientale? Per me è importantissimo il valore del riuso per diverse ragioni. Innanzitutto perché gli abiti di una volta essendo meno industriali, possiedono tessuti e tagli molto più pregiati di quelli che troviamo nei negozi. L'attenzione al materiale, il filo usato, il colore: oggi spendiamo molti soldi per vestiti che non li valgono. Rispondendo invece alla seconda domanda, i giovani non sono ancora consapevoli dei benefici del riciclo a livello ambientale. Sta iniziando una sensibilizzazione sull'argomento, ma spesso non ci rendiamo conto di quanto produciamo, buttiamo e non riusciamo a smaltire. Sprechi anche di soldi! Il riciclo, non solo in campo sartoriale, ci aiuta a dare valore alle cose che possediamo.

Abbiamo saputo che il corso ha ricevuto numerose richieste di partecipazione e che forse verrà riproposto. Le persone si stanno rendendo conto di quanto sia uno spreco abbandonare i capi nell'armadio? Presumo di sì. Sinceramente non pensavo di ottenere una risposta così forte, quindi direi che è un ottimo risultato a prescindere dal corso, perché sottolinea un cambiamento seppur lieve. Le persone si stanno rendendo conto che l'artigianato, non solo sartoriale, possiede un valore.

riuso abbigliamento usato

Domanda da un milione di dollari: secondo te quale sarà il futuro dell'usato? Il mercato dell'abbigliamento usato avrà sempre più successo oppure no? Bella domanda! Guarda, secondo me sta già avendo successo. Sono tante le manifestazioni vintage con un pubblico numeroso e interessato. Basti pensare al Valeggio Veste Vintage o la Fiera del Vintage all'Arsenale di Verona. Per non parlare dell'East Market di Milano dove l'usato o l'artigianato con materiali di recupero va alla grande! Ammettiamolo, iniziamo a stufarci di comprare e comprare ogni volta cose nuove. Siamo pur sempre sentimentali che si affezionano alle cose e che, una volta rotte, dispiace buttare via solo perché ci hanno disabituati a saper aggiustare o riciclare. 




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Consigli eco-chic per riciclare trucchi e cosmetici
Giovedì 05 Luglio 2018
Il Museo del Riciclo
Lunedì 05 Aprile 2010
Gianluca Gimini:designer e ecoartista tutto da scoprire
Lunedì 04 Aprile 2016