50 anni di Alan Ford: ecco perché ha rivoluzionato i fumetti - Mercatopoli
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
50 anni di Alan Ford: ecco perché ha rivoluzionato i fumetti
Giovedì 13 Giugno 2019

Buon compleanno Alan Ford! Lo storico fumetto italiano ideato dallo sceneggiatore Luciano Secchi (in arte Max Bunker) e dal disegnatore Magnus compie mezzo secolo. Il suo successo non riguarda solo la qualità dell’opera, ma la rivoluzione che ha portato nel mondo dei fumetti: Alan Ford descrive la realtà così com'è e non cerca di darne una versione ottimista. I personaggi, tutti caratterizzati da una forte carica emotiva, vivono drammi veri. Si scava nelle psicologie, si indaga sui perché e le spiegazioni spesso rimandano a pulsioni distruttive o autodistruttive. Il tutto condito da tematiche come sesso, corruzione, politica e droga (considerate tabù), che piacciono molto anche agli adulti e non solo al pubblico di giovani al quale si rivolgevano i fumetti nei primi anni Sessanta.

alan-ford-fumetto

Chi non conosce Alan Ford?

Alan Ford è un personaggio immaginario protagonista dell'omonima serie a fumetti esordita nel 1969, edita dall'Editoriale Corno e incentrata sulle avventure a sfondo spionistico/umoristico di un gruppo di agenti segreti noto come "Gruppo T.N.T.". Dopo un inizio non esaltante, la serie raggiunse un considerevole successo di pubblico e di critica, arrivando ormai ai cinquant'anni di vita editoriale con quasi 600 numeri pubblicati.

La novità della serie sta nel proporre un fumetto umoristico con elementi satirici e grotteschi nel quale vari sottogeneri come lo spionistico, l'horror e la denuncia sociale trovano spazio fondendosi fra loro, in un periodo nel quale il fumetto si caratterizzava invece per l'appartenenza a uno specifico genere senza contaminazioni. Alan Ford, che dà il nome alla serie, inizialmente ne era l'unico protagonista, ma poi l'attenzione si estese all'intero gruppo di personaggi. Magnus e Bunker sono raffigurati in maniera caricaturale rispettivamente nei personaggi di Bob Rock e della Cariatide.

Oltre alla serie regolare sono stati pubblicati tra il 1991 e il 1999 degli albi fuori serie noti come Alan Ford Special. Questa serie di numeri speciali presenta rivisitazioni di classici della letteratura nei quali i componenti del Gruppo TNT agli ordini dell’impresario mettono in scena a teatro opere come l'Otello, Frankenstein, i Promessi sposi o il Conte di Montecristo.

Ti piace questo articolo? Puoi leggerne altri nella nostra rubrica Il Raccontastorie!



Se ti piacciono i fumetti...

I fumetti sono per bambini? Molti pensano di sì. Ma non è affatto così. Anzi, i bambini apprezzano molto meno i fumetti di quanto non lo facciano gli adulti, che iniziano a conoscerli nell’adolescenza e continuano ad amarli per tutta la vita.

Il fumetto è un’arte complessa e impegnativa. Racconta storie, comunica concetti. Il fumetto è quella che viene definita un’arte sequenziale, perché è basato su due diversi linguaggi, disegni e parole, che vanno associati e decodificati in modo, appunto, sequenziale. Ma è una definizione riduttiva perché si tratta di un incrocio tra arti figurative e letterarie che rende il fumetto del tutto specifico, un genere a sé.

Molti collezionisti percorrono decine di mercatini alla ricerca di un albo specifico. Perché i cultori del fumetto sanno che i veri tesori sono proprio i fumetti usati. A Mercatopoli si possono trovare spesso molti fumetti usati in ottimo stato, rari e da collezione, a prezzi davvero vantaggiosi.

Hai anche tu una passione per i fumetti? Scopri i nostri negozi dell'usato per trovare i tuoi preferiti!


I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Identikit del collezionista: chi è, cosa fa, come diventarlo
Giovedì 17 Maggio 2018
Dischi in vinile: oggetti da collezione sempre più ricercati
Giovedì 10 Gennaio 2019
Fotografia analogica: perché è sempre più ricercata?
Giovedì 01 Agosto 2019