Alberi di Natale eco-friendly: come sceglierli e decorarli - Mercatopoli
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Alberi di Natale eco-friendly: come sceglierli e decorarli
Giovedì 06 Dicembre 2018

Siamo a dicembre inoltrato, nelle strade e nei negozi si respira già aria di Natale e probabilmente per alcuni di voi è già partita la corsa all’acquisto di quello che, nel corso del mese, sarà il protagonista indiscusso delle nostre case: l’albero di Natale! Vi state orientando verso alberi di Natale tradizionali o alberi originali ed ecologici? E per gli addobbi come vi state muovendo? Se non avete ancora deciso qual è la scelta adatta a voi, questo articolo vi fornirà alcuni spunti di riflessione in chiave green e con grande stile.

albero-natale-ecosostenibile

Alberi di Natale: quali sono i più ecologici?

È sicuramente questo il primo dilemma per chi pensa di acquistare un nuovo albero di Natale: meglio orientarsi verso abeti veri o alberi di Natale di plastica? Qual è la scelta più ecologica? La posizione di Coldiretti sull’argomento è sicuramente chiara: molto meglio un albero di Natale vero, a patto di seguire alcuni fondamentali criteri di scelta e di gestirlo in modo tale da preservarlo da traumi e ripiantarlo dopo le festività.

Quasi tutti gli alberi artificiali sono realizzati in materiali non biodegradabili (PVC e metallo) e provengono da paesi asiatici: per arrivare fino a noi percorrono migliaia di chilometri, con relative emissioni di anidride carbonica. Secondo una stima di Coldiretti, i 500 mila alberi acquistati ogni anno in Italia liberano 115 mila tonnellate di CO2, quante ne produrrebbe un percorso in auto di 6 milioni di chilometri. Se dovete ricorrere a un abete finto, quindi, trattatelo con cura e fatelo durare almeno una decina d'anni.

Albero di Natale vero: come e perché sceglierlo

Per fare una scelta davvero green nell’acquisto di un albero di Natale vero è bene verificare che l’abete su cui vi state orientando sia:

I vantaggi dello scegliere un albero di Natale vero sono molti:

Come decorare l’albero di Natale in modo green

albero-natale-greenNel caso abbiate optato per una pianta vera, non cercate l'albero perfetto: in natura è normale che gli abeti crescano in maniera leggermente asimmetrica, con la parte esposta a nord meno sviluppata. Sceglietene uno adatto all'altezza del vostro soffitto e sistematelo lontano da caloriferi e spifferi. Non spruzzate sui rami neve finta o spray colorati: ricordatevi che l'albero è vivo!

Evitate addobbi natalizi in materiali sintetici, difficilmente smaltibili. Decorate invece l'albero con materiali naturali come pigne cadute, gusci di noce, sassi dipinti, o con piccoli addobbi in pasta pane (a base di acqua, sale e farina). Per le luci scegliete quelle LED a risparmio energetico: consumano meno e durano più a lungo.

Si possono realizzare alberi di Natale originali e creativi utilizzando materiali di recupero, come lattine, cartoni, bottiglie di vetro. Questa è senza dubbio la soluzione più creativa e meno dannosa per l'ambiente. Oppure, potete scegliere di addobbare una pianta o un alberello che già avete in giardino, in casa o sul balcone.

Cerca il negozio dell'usato più vicino: potresti trovare l'accessorio giusto per completare il tuo albero.



Come smaltire e riciclare gli alberi di Natale veri

Dopo le feste, se avete acquistato un albero vero, piantatelo in giardino, in un parco o nella casa di campagna di amici o parenti. Ma ricordatevi di verificare che si adatti al clima: l’abete rosso, che è la tipologia di pianta più utilizzata a questo scopo, è tipica della zona alpina e non sopporta il clima mediterraneo.

Se proprio non avete modo di ripiantare l’albero, un’altra opportunità è quella del compostaggio. In alcune città esiste un vero e proprio servizio di ritiro a domicilio o centri di raccolta comunali senza alcun costo. Inoltre, se l’albero si è seccato durante il periodo delle feste potete anche tagliarlo e usarlo come legna da ardere per il camino (così abbassate pure il riscaldamento). I rami più piccoli potrebbero andare nella compostiera domestica o consegnati al servizio di raccolta comune degli sfasci di potature.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui la nostra rubrica Vivere smart per scoprire tante soluzioni furbe e amiche dell'ambiente!


I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Come arredare casa per Natale in modo green e con stile
Giovedì 29 Novembre 2018
Dopo le feste rientra nei costi extra così
Giovedì 21 Dicembre 2017
Regali di Natale: 3 idee hand made (non solo in cucina)
Venerdì 19 Dicembre 2014