L’autunno è alle porte: come pulire la casa in modo eco
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
L’autunno è alle porte: come pulire la casa in modo eco
Giovedì 18 Settembre 2014

Di nuovo autunno, di nuovo tempo di pulizie del cambio di stagione. Di già? Ebbene si. Questa volta abbiamo per voi dei consigli per pulire a fondo la vostra casa in modo ecologico.

Ma le cose da fare sono proprio tante. Da dove partire? Del cambio degli armadi abbiamo già parlato qualche giorno fa (guardate qui) . In quell’occasione vi abbiamo dato dei suggerimenti per creare da se dei sacchettini antitarme naturali con lavanda e chiodi di garofano per proteggere i vostri capi.

Se questo primo passo delle pulizie d’autunno lo avete già fatto possiamo passare oltre. Prima di pulire, facciamo decluttering. Il decluttering non è solo liberarsi delle cose inutili e superflue che abbiamo accumulato nel tempo nella nostra casa. Ormai è uno stile di vita. Essenzialità è la parola d’ordine.

Ognuno ha il proprio modo di fare decluttering ma una cosa è certa, se un oggetto, un vestito, un soprammobile, qualsiasi cosa, non ci è più di nessuna utilità, rimane inutilizzato e non apprezzato in un angolo, peggio ancora se ci desta un senso di fastidio ogni volta che lo vediamo…via! Ovviamente non deve necessariamente essere buttato. Tutt’altro. Possiamo rivenderlo in un mercatino dell’usato come i nostri Mercatopoli.

Con Mercatopoli fare decluttering è anche remunerativo. Dalla vendita del vostro usato potrete ricavare un guadagno pari al 50% del prezzo di vendita in contanti. E poi potrete fare shopping per rinnovare la vostra casa nello stile che preferite per questo nuovo autunno acquistando usato per la vostra casa e risparmiando.

Superata questa fase, liberatoria e divertente in ogni caso, rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare. Possiamo iniziare spolverando per bene mobili, armadi (durante il cambio di stagione), soprammobili. In commercio troviamo panni che attirano elettrostaticamente la polvere che se hanno il vantaggio di non usare detergenti (ma non sempre, fate attenzione), dall’altra parte sono comunque panni usa e getta. E questo non è molto ecologico, giusto?

Possiamo però trovare una valida e veloce alternativa che non solo è sana ma profumerà piacevolmente i vostri ambienti. Prima di tutto procuratevi dei panni in microfibra. Sono i migliori sotto molti punti di vista e soprattutto durano molto a lungo purchè utilizzati e lavati in modo corretto. Poi autoproducetevi uno spray per spolverare. Ci sono molte ricette su web che potete sperimentare, ma quasi tutte comprendono acqua, sapone liquido di marsiglia o detersivo per piatti (circa un cucchiaino) e oli essenziali, quelli che più vi piacciono.

Se avete mobili in legno che volete lucidare provate invece a mescolare 4 cucchiai di olio d’oliva e 2 cucchiai di succo di limone, spruzzate l’emulsione sul panno e passatelo sul legno, otterrete risultati inaspettati.

Per pulire i vetri delle finestre ecco che viene in aiuto l’aceto, peraltro un alleato prezioso per ogni angolo della casa. Spruzzate sui vetri una miscela di acqua distillata e qualche cucchiaio di aceto, circa 4 cucchiai ogni mezzo litro d’acqua. Asciugate poi con un panno in microfibra o meglio ancora con della carta di giornale, ricicliamola, eviterete quei fastidiosi aloni che compaiono in modo impietoso con la luce diretta del sole.

Per bagno e cucina invece aceto o bicarbonato saranno delle armi davvero efficaci. L’aceto pulisce efficacemente le incrostazioni e il calcare, il bicarbonato farà brillare superfici in alluminio e disinfetterà frigo e forno. Fate una pastella di acqua e bicarbonato e passatela con il panno in microfibra sulle superfici e poi risciacquate con cura ogni traccia di bicarbonato per non avere aloni bianchi.

Le tubature sono lente o escono odori sgradevoli? Bollite circa 2 litri d’acqua, nel frattempo mettete 100g di sale grosso e 50 di bicarbonato nello scarico e aggiungete 100 ml di aceto. La semplice reazione chimica di bicarbonato e aceto scrosteranno i tubi in modo efficace anche grazie all’azione abrasiva del sale. Lasciate agire per circa un quarto d’ora e poi aggiungete l’acqua bollente. Noterete immediatamente una sostanziale differenza

E dopo tutta questa fatica finiamo con i pavimenti. Dopo aver aspirato con cura con una scopa elettrica o un’aspirapolvere avete una vasta gamma di scelte. potete, se ne avete la possibilità, utilizzare una macchina per la pulizia a vapore. Non utilizza detergenti, disinfetta le superfici e pulisce a fondo.

Ma in mancanza di questa l’aceto torna ancora una volta utile. Versando un bicchiere d’aceto nel secchio dell’acqua calda avrete un potere sgrassante pari a quello di molti detersivi per pavimenti in commercio. Non temete per l’odore di aceto, scomparirà in pochi minuti, ma potete sempre aggiungere all’acqua qualche goccia dell’olio essenziale che preferite e avrete una casa profumata e accogliente. Attenzione però, non usate l’aceto sul parquet oliato! Ci sono in commercio prodotti a base di cera d’api ecologici molto validi per la pulizia del parquet altrimenti optate per semplice acqua calda e un panno in microfibra ben strizzato.

Finito? In una casa non si finisce mai, le cose da fare sono tante, ma con questi semplici consigli e qualche ricerca in rete sarete in grado di ottenere una casa pulita, profumata e igienizzata in modo assolutamente green e senza prodotti di sintesi e detersivi. E non noterete nessuna differenza, se non nel portafoglio!