Google Glass, gli occhiali social
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Google Glass, gli occhiali social
Venerdì 27 Giugno 2014
Lisa Sorrentino

Il sogno nascosto di ogni fotografo (o almeno il mio!) è quello che un bel giorno un qualche luminare della tecnologia possa creare l'invenzione del secolo: un chip da istallare nell'occhio e che con un semplice battito di ciglia possa immortalare quello che si vede in quel momento.

Molto spesso infatti rimpiango di non aver a portata di mano la mia reflex per catturare un attimo unico.

Pare che però questo desiderio sia stato parzialmente realizzato e si chiama "Google Glass": occhiali innovativi in grado di cambiare la concezione di supporto protesico o accessorio che era attribuito a questo oggetto che tanto ha fatto tendenza anche nello star sistem.

Ricordate un poco Minority Report? Ecco quello che fino a qualche anno fa sembrava fantascienza oggi è realtà!

Gli occhiali sono costituiti da una montatura con un telaio resistentissimo e naselli regolabili in modo da essere meglio adattabili ad ogni viso. Il display è montato su una lente, è ad alta definizione che proietterà le immagini direttamente sugli occhi dell'utente come se si trovasse davanti ad uno schermo da 25 pollici a distanza di due metri.

Sul lato destro della montatura un touchpad utile per scorrere tra i contenuti dei menu, ma anche con comando vocale di chi li indossa. Con la propria voce infatti si potrà effettuare ricerche su Google e visitare i siti desiderati, leggere notizie on line, controllare i social network, utilizzare Hangout per avviare video conferenze e mostrare quello che si sta vedendo in quel momento, visualizzare e inviare sms, scattare foto o registrare video e condividerli grazie ad una fotocamera da 5 megapixel, visualizzare mappe e percorsi...

Sarà dotato anche di un compatto audio, connettività Wi-Fi e Bluetooth compatibile con qualsiasi smatphone con Bluetooth.

Autonomia garantita da una batteria pari a circa un giorno di normale utilizzo, ricaricabile con cavo USB.

A partire da metà 2014 sono in vendita negli Stati Uniti e disponibili in quattro colorazioni al modico prezzo di 1500 dollari. L'attenzione si pone su argomenti sensibili come privacy e sicurezza.

Ignari potrebbero vedersi immortalati oppure registrati a propria insaputa. La natiquette vorrebbe che prima di effettuare qualsiasi azione, si chiedesse il permesso. Di contro è anche vero che i comandi possono essere attivati con il comando vocale, quindi emettendo un suono, oppure con il movimento delle mani, quindi identificabile da chi ci circonda.

Altra questione si pone, per la guida dell'auto, dove anche solo un attimo di distrazione può essere determinante per la propria ed altrui sicurezza. Come al solito basterebbe far riferimento al buon senso.

Altro quesito : ma per quanto tempo gli occhi potranno sopportare questa proiezione diretta senza risentirne? A me hanno sempre ripetuto di star lontano dalla tv perché fa male agli occhi! Ma sicuramente ci sarà una lunga lista di regole che disciplineranno l'uso di questo "paio di occhiali".

Vi confesso che non vedo l'ora di provarli, magari quando tra dieci anni i costi saranno più accessibili!




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Le app di una blogger – parte seconda
Mercoledì 05 Novembre 2014
7 app imperdibili nel telefono di una blogger
Giovedì 23 Ottobre 2014
Alberi di Natale eco-friendly: come sceglierli e decorarli
Giovedì 06 Dicembre 2018