Olio esausto: 4 modi per riutilizzarlo
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Olio da frittura esausto: come riciclarlo
Domenica 13 Aprile 2014
Stefania D'Elia

Avete preparato una gustosisissima frittura, mangiato, sparecchiato e adesso state ristemando la cucina. Ma che farne dell’olio della frittura avanzato?

Erroneamente non viene considerato un rifiuto speciale e in molte famiglie viene gettato direttamente nello scarico. Grosso errore!

Oltre a fare una cosa contro la legge (Dlgs. 152/2006) si è complici di un grosso danno ambientale: l’olio esausto forma un sottile strato impermeabile nel terreno che rende impossibile l’assorbimento delle particelle nutritive. Inoltre a contato con pozzi d’acqua e falde acquifere li compromette imn maniera significativa.

Allora che farne?

Riutilizzalo!

L’olio per la frittura può essere riutilizzato più di una volta, basta avete l’accortezza di filtrarlo per eliminare eventuali sesidui di cibo e riporlo in un contenitore chiuso

Fai un sapone per te o per il tuo bucato!

Su internet è possibile trovare tantissimi tutorial per creare il sapone utilizzando l’olio per la frittura esausto.

Crea una Lava lamp!

Con l’olio della vostra frittura è possibile creare anche una lava lamp: una di quelle lampade di lava tanto di moda negli anni ’70.

Prendete:

Riempite la bottiglia con ¾ di olio e ¼ di acqua, aggiungete poche gocce di colorante alimentare. A questo punto prendete la tavoletta effervescente spazzettata e mettetela nell’acqua. Tappate... la vostra lampada in pieno stile vintage è pronta!

Usalo come combustibile!

Si avvicina la tagione delle grigliate all’aperto: l’olio della vostra frittura, filtrato, piò essere utilizzato al posto della diavolina o di altri prodotti chimici per accendere un fuoco: basterà versare un cucchiaio direttamente sui legnetti che avrete preso per preparare la vostra grigliata!

E quando proprio il vostro olio alimentare è da buttare mettetelo in un a bottiglia e portatelo nell’isola ecologica più vicina a casa vostra. Lo sapranno come smaltirlo senza creare danni ambientali.




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Meno olio di palma per salvare natura e salute
Sabato 26 Marzo 2016
Olio essenziale all'arancio
Giovedì 26 Marzo 2015
Oleolito di iperico: autoproduzione
Sabato 12 Luglio 2014