Cambio dell'ora, ritorna l'ora legale
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Cambio dell'ora, la primavera bussa alla mia porta
Venerdì 28 Marzo 2014
Stefania D'Elia

Tutti pronti per il cambio del’ora? Il momento tanto atteso è arrivato e questa sera si tirano avanti le lancette di un’ora. Ok, si dorme un’ora in meno, ma vogliamo mettere con il sole che tramonta la sera tardi invece che a metà pomeriggio?

Ecco i motivi per cui adoro il cambio dell’ora (che siamo sinceri, ci riporta alla primavera molto di più che una data sul calendario):

1. Ecco a me la primavera mette gioia, si anche una profonda sonnolenza (ma se ci penso bene anche l’estate, l’autunno, l’inverno, la mattina, la digestione e la pausa di metà mattina mi mettono un sacco di sonnolenza), mi sveglio la mattina imbufalita (come in qualsiasi altro giorno dell’anno), ma poi ci metto poco a ritornare felice: Insomma cosa c’è di meglio che intravedere alla finestra un rettangolino di sole?

2. Quando inizio a togliere strati di vestiti mi sento decisamente meglio: in inverno vivo imbozzolata dentro coperte di pile (dentro casa) maglioni, sciarpe, giacconi e cappelli (fuori casa). Praticamente per vedere uno strato di carne mio marito mi segue in bagno quando mi lavo i denti.

3. In primavera sboccio come una farfalla e inizio a volteggiare leggera coperta solo da impalpabili magliette colorate (per un paio di giorni, poi arriva un colpo di vento e sto a letto 2 settimane con una bronchite). Riscopro i colori e la voglia di uscire.

4. Adoro la primavera nonostante ogni anno mi riscopro ad affrontare 2 problemi di urgente risoluzione: il taglio di capelli: lasciati crescere per mesi allo stato selvaggio “perché tanto metto il cappello” e il “devo fare una ceretta, prima di iniziare a mettere i pantaloni a mezza gamba”. E lo devo fare anche in fretta prima che arrivi il WWF per dichiarare i miei arti inferirori biotopo protetto.

5. Ecco insomma, io adoro il cambio dell’ora perché le giornate sono più lunghe, il sole è più caldo, i colori più accesi e, se proprio vogliano andare sul pratico, il bucato si asciuga molto più velocemente che in inverno. E’ una cosa che mi riporta verso la bella stagione: praticamente mi sento già con la punta dei piedi in ferie (rigorosamente solo la punta dei piedi, il resto del corpo è rigorosamente in assetto invernale fino alla ceretta!)

Le rondini che cantano, le voci dei bambini che giocano per strada, le biciclette che finalmente fanno capolino e intasano le strade, gli alberi tutti in fiore e le montagne verdi verdi... ecco, io in primavera riscopro la pace dei sensi!

E se poi il cambio dell’ora mette un po’ di sonnolenza in più... vogliamo mettere sdraiarsi a fare un sonnellino in un prato fiorito mentre i bambini intorno giocano a palla?




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Cambio di stagione: gioca d'anticipo per l'autunno
Giovedì 26 Luglio 2018
Il target che cambia: le personas dell'usato
Giovedì 26 Ottobre 2017
EcologicaMente: festival dell'ambiente e dell'ecologia
Mercoledì 04 Aprile 2012