Biocase e bioedilizia: ecco perché convengono!
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Biocase e bioedilizia: ecco perché convengono!
Giovedì 01 Agosto 2013
Elisa Artuso

biocasaLa casa ecologica è un investimento che nel tempo dà i suoi frutti. Calde in inverno e fresche d’estate, le case ecologiche sono una soluzione ottimale per moltissimi motivi: chi desidera abbassare la propria impronta ecologica e ha la possibilità di costruire ex-novo la propria abitazione, farebbe bene a valutare la possibilità di rivolgersi a operatori specializzati che forniscono servizi chiavi-in-mano per la progettazione e la realizzazione di case realizzate in biodelizia.

Una biocasa, se così la vogliamo chiamare, ha il pregio di essere realizzata interamente con materiali forniti dalla natura: il legno, in primis, materiale versatile e rinnovabile, sughero, gesso, lana di roccia. In genere anche altri materiali, come le vernici, sono di natura vegetale.

I costi, in genere, sono leggermente più alti ma i costruttori stessi affermano che vengono ampiamente ammortizzati nel giro di pochi anni, dal momento che i consumi e quindi la dispersione di energia sono contenuti al massimo.

Quali sono le caratteristiche di una casa ecologica?

In primis va evidenziata l'assenza di umidità e di infiltrazioni: i materiali utilizzati sono asciutti e impediscono infiltrazioni di vario genere. In secondo luogo c’è assenza di formaldeide: i legnami utilizzati, così come i trattamenti che vengono effettuati, sono in genere privi di agenti tossici. Ma su questo aspetto il committente deve sempre informarsi per verificare che l’azienda costruttrice non utilizzi legnami impregnati chimicamente.

Un altro aspetto fondamentale, soprattutto in un territorio come l’Italia, è l'antisismicità degli edifici realizzati in bioedilizia. Inoltre – aspetto che i più conoscono – queste case sono dotate di isolamento termico e acustico di grande livello, che permette nel medio/lungo termine un risparmio economico ed energetico notevole.

biocasa

Se questi sono aspetti tecnici semplici ed efficaci, non dobbiamo dimenticare che una casa è ecologica anche in base all’impatto ambientale prodotto dai suoi inquilini. Non si tratta solo di valutare come è costruita, ma anche di come viene abitata!

Sarà dunque cura dell’inquilino attivare tutta una serie di pratiche che confermino la sostenibilità dell’edificio: la riduzione del consumo di acqua, che avviene limitandone lo spreco, sia utilizzandola con parsimonia che facendo attenzione a ciò di cui ci si ciba, è un esempio importante da considerare. Ma anche l’utilizzo di detergenti ecologici può andare a diminuire l’impatto ambientale di un edificio: buona parte dei detersivi presenti in commercio infatti è realizzato con prodotti a base petrolchimica, dannosi per l’ambiente e soprattutto per la flora e la fauna marina. Limitarne o eliminarne il consumo a favore di prodotti biodegradabili e non dannosi rende ecologica non solo la casa ma anche chi la abita.

Infine, impegnarsi quotidianamente per ridurre i propri rifiuti è un ulteriore passo in avanti che si può fare per mantenere la propria impronta ecologica più bassa possibile e confermare l’assetto ecologico della propria abitazione!