Pulizie green: detergere senza inquinare!
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Pulizie green: detergere senza inquinare!
Lunedì 26 Novembre 2012
Elisa Artuso

eco pulizieOgni volta che puliamo la nostra casa, che azioniamo la lavatrice e la lavastoviglie compiamo dei gesti quotidiani che hanno anche un impatto ambientale di cui apparentemente non ci rendiamo conto, ma che incidono poi sulle condizioni dei corsi d’acqua e di conseguenza sull’inquinamento marino, facendo rientrare nel ciclo alimentare il disequilibrio che produciamo.

Questo non significa che dobbiamo smettere di lavare, pulire e fare il bucato, ma che, con una scelta adeguata di detergenti possiamo diminuire l’impronta che essi lasciano sul pianeta e in particolare sull’acqua.

Ecco alcuni consigli pratici e immediati che rendono ecosostenibile il nostro modo di pulire:

- Dimezziamo le dosi: tutti i produttori, anche quelli certificati (per materie prime utilizzate, il processo produttivo etc), dichiarano in etichetta una dose maggiore di quella necessaria ai vari lavaggi. Possiamo tranquillamente consigliare di diminuirla fino a usare esattamente metà del detersivo consigliato. Vi accorgerete che il vostro bucato sarà pulito e profumato allo stesso modo e il risultato sarà lo stesso.

A questo proposito va detto che in Italia abbiamo un primato assurdo: si stima che il consumo annuo di prodotti per la pulizia sia di circa 25kg pro capite, metà dei quali solo per il bucato. Se pensiamo che la maggior parte di noi non lavora in situazioni estreme e che buona parte di capi sono poco sporchi (a parte per chi svolge un lavoro particolare, ma per il quale in genere si usano tute che proteggono e che non tornano mai come nuove!), vale davvero la pena di riflettere su quanto detersivo sprechiamo a ogni lavaggio.

eco pulizie

- Eliminiamo prodotti superflui: il mercato ci induce a pensare che ogni tipologia di superficie da pulire necessiti di un differente prodotto pulente. Non è assolutamente vero e dovremmo affidarci (almeno per lo sporco non grasso) principalmente al potere pulente dell’acqua, meglio se calda.

- Utilizziamo panni magici in microfibra che permettono di spolverare e a volte anche di pulire a fondo senza detersivo, asciutti per la polvere, bagnati per lo sporco più difficile.

- Potenziamo qualunque prodotto con l’uso di acqua molto calda.

- Auto produciamo spruzzini con soluzioni ecologiche per la pulizia: aceto, bicarbonato, acido citrico, lisciva di cenere e altre sostanze possono essere la base materiale dei nostri detersivi fai da te a bassissimo impatto ambientale, oltre che decisamente economici. 

- Ricordiamoci cosa facevano le nostre nonne: pretrattiamo i capi con l’ammollo e in generale lasciamo agire, facendo sì che il detergente possa fare il suo lavoro senza aggiungerne in modo smisurato.

Infine per essere ancora più ecosostenibili possiamo acquistare elettrodomestici usati, come lavatrici, asciugatrici, aspirapolveri, vaporelle, lavastoviglie: a Mercatopoli si trovano elettrodomestici usati in ottime condizioni a prezzi imbattibili. Prima di acquistarne uno nuovo vale sempre la pena verificare che ci sia un oggetto usato che fa per noi: in genere gli elettrodomestici di Mercatopoli sono in ottime condizioni, spesso ancora in garanzia e fanno lo stesso servizio di un prodotto nuovo e molto più costoso.

Per altre informazioni su una pulizia ecosostenibile vi invitiamo a consultare il sito Biodetersivi.