Ecovacanze: essere green anche in ferie!
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Ecovacanze: essere green anche in ferie!
Giovedì 21 Giugno 2012
Elisa Artuso

ecohotelIl turismo è un fenomeno mondiale inarrestabile, che porta cultura, pace e benessere alle persone che lo praticano e ai paesi e alle città che lo ospitano, ma ha una piccola controindicazione: provoca un impatto ambientale enorme.

È possibile però viaggiare e visitare altri paesi in modo ecosostenibile, rispettando alcune semplici regole di buon senso all’insegna del rispetto per i luoghi che andiamo a visitare, per le persone e per tutti i paesi e la gente che incontriamo nel nostro passaggio.

Viaggiare responsabilmente non è così scontato. Ecco alcuni consigli per essere green anche in vacanza.

Innanzitutto possiamo scegliere un tour operator anche in base alla sua policy ambientale ed etica e poi possiamo prepararci: conoscere già, attraverso guide e mappe, il luogo che andiamo a visitare ci permette di entrare in modo più consapevole nella cultura della meta scelta per la nostra vacanza e di essere più predisposti a conoscere la cultura locale, in particolare quella legata all’artigianato, alla cucina e in generale ai prodotti tipici. È molto importante evitare di acquistare souvenir prodotti lontano dal luogo che stiamo visitando o altri prodotti in grandi catene, meglio scegliere piccoli negozi gestiti da gente del luogo, proprio in ottica di sostenerli attraverso la nostra visita turistica.

Inoltre dobbiamo avere un’attenzione particolare ai consumi e alle nostre emissioni: non sprecare acqua, non utilizzare stoviglie o piatti usa e getta, creare meno rifiuti possibili con il nostro passaggio, ridurre i consumi di energia in hotel (ad esempio evitando di tenere il caricatore del cellulare inserito, spegnendo sempre le luci), utilizzare i mezzi pubblici, portare shopper di stoffa evitando quelli usa e getta quando andiamo ad acquistare qualcosa etc.

ecohotel

Un’interessante soluzione, che trova un sempre maggior interesse da parte dei turisti, è la scelta di un eco hotel, una struttura che abbia nel suo dna alcune caratteristiche di attenzione a sprechi, consumi ed emissioni e che riduca sensibilmente il suo impatto ambientale. Una certificazione che garantisce i servizi e i prodotti migliori dal punto di vista ambientale è l’Ecolabel e può essere richiesta anche da albergatori e titolari di bed & breakfast. Una ricerca dello Iulm di Milano ha emesso un dato interessante: l’Italia è il primo stato europeo per il numero di strutture ecofriendly. Oltre alla certificazione Ecolabel, possiamo trovare ecohotel che espongono l’etichetta di Legambiente “Consigliato per l’impegno in difesa dell’ambiente” dotandosi di un decalogo di buone pratiche da rispettare, oppure il marchio di qualità Eco World Hotel che punta a sensibilizzare gli operatori turistici a favore della sostenibilità.

In genere queste strutture utilizzano fonti energetiche alternative, adottano efficaci iniziative per ridurre consumi e rifiuti (raccolta differenziata, riduttori di flusso nei rubinetti etc), promuovono il consumo di alimenti locali e biologici, sostengono la mobilità leggera attraverso servizi di noleggio biciclette.

Buone ecovacanze!