Mercatopoli e Intervita per il Congo
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Mercatopoli e Intervita per il Congo
Lunedì 18 Maggio 2009
Eleonora Defanti

mappa congoMercatopoli prosegue con il sostegno dei progetti proposti da Intervita.

L'associazione Onlus di Milano ha iniziato l'attività nel 1999, realizzando progetti di sviluppo a lungo termine in Asia, Africa e America Latina.

Attraverso il sostegno a distanza l'associazione milanese interviene in zone con un alto indice di povertà, cercando di dare solidi basi in diversi settori quali alimentazione, produzione, istruzione e salute.

L'interesse per il network dei mercatini dell'usato alle problematiche dell'umanità si è trasformata in un'opera concreta grazie a Intervita.

Un nuovo progetto è ora stato attivato dall'associazione e sostenuto da Mercatopoli: si tratta de La Casa di Colette, rivolto alla drammatica situazione del Congo, sconvolto da una serie di conflitti definiti come "Guerra Mondiale Africana", a causa delle numerose ricchezze naturali che si concentrano nel territorio.

All'interno del sito di Intervita è possibile conoscere tutti i particolari di questa nuova fase dell'associazione: li riassumiamo brevemente qui di seguito.

Il progetto La Casa di Colette si svolge in una delle zona maggiormente colpite dal conflitto. Lo scopo è quello di accogliere, sostenere e recuperare i bambini vittime della guerra e le loro famiglie.

Il nome del progetto è collegato a Colette Kitoga, 55 anni, congolese. Colette parla perfettamente italiano ed è laureata in Medicina e Chirurgia presso l'Università Cattolica a Roma. Nel 1995 questa donna ha dato vita all’associazione Mater Misericordiae a Kamituga, che oggi dà assistenza a 400 tra orfani di guerra, bambini ex soldato, bambine e adolescenti usate come schiave sessuali dai militari e bimbi nati dagli stupri etnici.

 

intervita

 

Intervita ha deciso di aiutare Colette e i bambini attraverso un'assistenza sanitaria di base, un programma di istruzione e ad attività generatrici di reddito per un futuro autonomo.

Intervita spiega inoltre come il centro di Kamituga sia "luogo di psicoterapia, assistenza sanitaria e alimentare e di formazione specifica per i disagi più gravi", in quanto i traumi subiti da bambini e bambine sono molto forti. Hanno subito violenze di ogni tipo.

Per aiutarli a ricostruire la loro vita, è necessario un intervento delicato da ogni punto di vista.

Per saperne di più, basta visitare il sito di Intervita in particolare nella sezione "Africa- Congo", inserita in "I Nostri Progetti", oppure è possibile scaricare la scheda del progetto.

Aiutaci anche tu, dona ora o chiamaci 848 883388 per scegliere come far arrivare il tuo aiuto al Congo.

Anche 5 euro possono fare la differenza per chi non ha nulla!