Second hand Vs Fast fashion
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI

Second hand Vs Fast fashion

Lunedì 16 Maggio 2022
Eleonora Truzzi

Da un lato, le aziende stanno producendo più del doppio dei capi che producevano quindici anni fa e, dall’altro, il numero medio delle volte in cui un capo viene indossato prima di essere gettato è diminuito del 36%, secondo la Ellen Macarthur Foundation. Stiamo parlando della fast fashion, la moda veloce, quel genere di moda che passa molto rapidamente dalla passerella, alla tendenza del momento, fino a cadere nel dimenticatoio in vista di un altro capo meteora.

Come mai la fast fashion ha avuto e sta continuando ad avere, per certi versi e certi target, un così esplosivo successo?

Perché è economica, è veloce da realizzare, fa subito tendenza ed è prodotta in serie così da abbassare i costi e massimizzare i profitti. La sua diffusione è dovuta a e-commerce come Shein e ai social media quali Tik Tok, che i brand sfruttano per influenzare le scelte dei giovanissimi che vogliono affermarsi attraverso lo stile ma che non hanno abbastanza soldi per comprarsi una maglietta in negozio.

Scopriamo quali sono i pro e i contro di questi due mondi contrapposti.

second-hand-vs-fast-fashion

Second hand Vs Fast fashion: le sorti del pianeta

Tra i lati positivi del fast fashion, dal punto di vista dei consumatori, c’è sicuramente il basso costo dei capi. Su Shein è possibile comprare un top con un euro e qualche centesimo, molto meno rispetto ai costi a cui siamo sempre stati abituati. Inoltre, la fast fashion produce capi sempre alla moda per qualsiasi genere di situazione. Con pochi euro è possibile comprare un perfetto outfit per l’aperitivo con le amiche, una serata romantica o una vacanza. Ma qual è il prezzo per il pianeta? La fast fashion si chiama così proprio perché tanto velocemente viene prodotta, altrettanto velocemente viene cestinata. I vestiti spesso sono di bassa qualità, creati con materiali scadenti e per nulla duraturi. In più, è talmente accessibile che i capi acquistati qualche mese prima vengono facilmente dimenticati in vista di altri, più nuovi.

Il prezzo per il pianeta sono le altissime emissioni di CO2 durante la produzione (2,2 kg per una maglietta), il consumo di una quantità esorbitante di acqua (2.700 litri per una t-shirt in cotone), l’inquinamento idrico attraverso le microplastiche (uno studio del 2019 aveva trovato 8,3 milioni di pezzi di microplastica in 1.000 litri d’acqua), lo sfruttamento del sottosuolo (si stima che entro il 2030 l’industria della moda utilizzerà il 35% in più di terra per la produzione di fibre), le condizioni di lavoro scadenti della manodopera e i bassi salari, e ovviamente i problemi legati allo smaltimento di rifiuti che portano a situazioni tragiche come la discarica abusiva di rifiuti tessili nel deserto di Atacama, nel nord del Cile.

La soluzione a questa drammatica situazione sembra proprio essere l’usato. I capi che diventano second hand sono capi ancora in buone condizioni, che possono essere utilizzati ancora molte volte prima di essere gettati perché molto spesso provengono da brand che hanno impiegato materiali di qualità. Inoltre, riutilizzare beni già prodotti è ancora più sostenibile rispetto al riciclo, perché non richiede alcun processo di creazione, distruzione o trasformazione. Il capo viene reimmesso in circolazione senza alcuno spreco. Infine, il second hand permette di creare il proprio stile perché se i marchi fast fashion lanciano 52 collezioni all’anno, con l’usato puoi creare qualunque stile tu voglia!



Aiuta anche tu il pianeta insieme a Mercatopoli

Chi vince nella lotta tra second hand Vs fast fashion? Dal punto di vista ambientale, sicuramente il second hand. Ma anche dal punto di vista del portafogli, perché puoi trovare dei capi di seconda mano di qualità a prezzi davvero vantaggiosi. Se anche tu credi che il second hand sia la soluzione per il proprio stile e per la salute ambientale, vendi e acquista insieme a noi. Cerca il negozio Mercatopoli più vicino a te e portaci capi e accessori che non usi più, e magari troverai anche tu qualcosa di carino da mettere nell’armadio!


I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Quanto fanno "bene" gli abiti nuovi? Occhio a ciò che metti!
Giovedì 14 Novembre 2019
Usato vs fast fashion: i vantaggi della sostenibilità
Giovedì 04 Luglio 2019
Moda usa e getta: cos'è e come evitarla
Giovedì 22 Agosto 2019