Mostra Materia Prima Russkoe Bednoe
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Mostra Materia Prima Russkoe Bednoe
Giovedì 28 Luglio 2011
Camilla Biagini

È stata organizzata al PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, situato in via Palestro 14, una mostra di grande spessore culturale, artistico ed ecologico. Stiamo parlando della mostra Materia Prima Russkoe Bednoe, “l’arte povera” in Russia, che racchiude le opere di 23 importanti artisti di origine russa.

La mostra, a cura di Marat Guelman, può essere visitata sino al 11 settembre 2011. In seguito si sposterà per tutto il mondo per portare il suo messaggio a quante più persone possibile.

Le opere che è possibile vedere in esposizione sono molto eterogenee tra di loro sia per quanto riguarda lo stile di realizzazione che per quanto riguarda il mezzo comunicativo utilizzato. Si va infatti dalla pittura alla fotografia, dalla video arte alla scultura sino ad approdare anche alle installazioni.

Tutti questi artisti sono accomunati dal fatto di sfruttare le risorse naturali e i materiali di scarto e di recupero per realizzare queste meravigliose opere d'arte. Troviamo infatti opere d'arte create con l'argilla, con il legno, gli imballaggi, con il cartone e il polistirolo di recupero, con i vecchi pneumatici e anche con oggetti scovati direttamente presso i mercatini dell'usato e i rigattieri.

Visitare una mostra di questa portata non è solo un modo per andare alla scoperta dell'arte e per far crescere le nostre competenze artistiche ma è anche un modo per offrire alla nostra coscienza ambientale qualcosa su cui riflettere. Questo significa diventare consapevoli che l'arte realizzata con soli materiali di recupero e naturali è elevata proprio come qualsiasi altro genere di arte e che proprio per questo merita di essere premiata e di essere presa come esempio.

Anche noi, nel nostro piccolo, pur non essendo artisti possiamo scoprire quanto sia bello, semplice e divertente sfruttare i materiali di recupero anziché gettarli per offrire al nostro pianeta una mano a diventare più bello e sano.