ReTuna: ecco il primo centro commerciale dedicato al riuso - Mercatopoli
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
ReTuna: ecco il primo centro commerciale dedicato al riuso
Giovedì 31 Gennaio 2019

“Questo non è un centro commerciale ordinario. Qui potete sperimentare lo shopping in modo completamente nuovo, un modo che è dalla parte del clima.” C’è scritto così sul sito del ReTuna Återbruksgalleria, il primo centro commerciale del mondo dedicato al riuso. Nato da un’idea di Rob Greenfield, giovane viaggiatore e ambientalista, non è il solito maxi polo dove fare la spola tra una vetrina e l’altra curiosando tra marchi di fama internazionale. Qui vige un solo imperativo: tutti i negozi e i prodotti devono essere rispettosi dell'ambiente. I numeri dimostrano che l’esperimento sta funzionando: il ReTuna ospita dalle 600 alle 700 persone al giorno.

retuna-recycling-mall-svezia

La Svezia dice Sì alla sostenibilità 

Perché comprare qualcosa di nuovo quando è possibile unire l’utile al dilettevole, ovvero salvare ambiente e portafoglio allo stesso tempo? A dare una bella lezione di vita è la Svezia, paese da sempre molto sensibile al concetto di sostenibilità. Non a caso Stoccolma è la prima Green Capital europea, una città che eccelle in pulizia e pratiche ecologiche.

L’idea che un oggetto diventi un rifiuto il più tardi possibile, in Svezia è proprio il governo a promuoverla, con una legge che prevede sgravi fiscali per chi riusa anziché buttare via: diminuzione dell’aliquota IVA sulle riparazioni di biciclette, vestiti e scarpe dal 25% al 12% e la possibilità di chiedere un rimborso del costo delle riparazioni di elettrodomestici quali frigoriferi, forni, lavastoviglie e lavatrici, da scaricare sull’imposta sul reddito.

Come funziona il ReTuna?

retuna-recycling-galleryIl ReTuna Återbruksgalleria (o ReTuna Recycling Gallery) si trova nella città di Eskilstuna, a circa un’ora e mezza di macchina dal centro di Stoccolma. Non si tratta di un semplice negozio dell’usato, ma di un vero e proprio centro commerciale del riuso e del riciclo: quattordici negozi più un ristorante che serve cibo biologico e a chilometro zero. Ogni esercizio commerciale è specializzato nella vendita di oggetti riciclati, riparati o ristrutturati: da mobili, vestiti, computer o altre apparecchiature elettroniche fino ai materiali edili.

Al suo interno il centro ha uno spazio dove le persone possono lasciare gli oggetti di cui si vogliono disfare. Qui gli addetti li selezionano, li riparano, li ripuliscono e li rendono pronti per essere rimessi sul mercato. “Le persone che lasciano qui le proprie cose usate – scrive la direttrice del centro sul sito – devono sentire di aver fatto qualcosa di buono per l’ambiente”. Il centro è di proprietà comunale ma i negozi sono gestiti da imprese private e sociali, in modo da dare spazio e opportunità alle start-up dell’artigianato.



Addio sprechi, benvenuto riciclo!

retuna-recycling-galleryL’obiettivo è quello di favorire l’economia circolare, stimolare i cittadini ad un consumo più critico e responsabile, ma anche sperimentare un nuovo modo di fare shopping, senza danneggiare l’ambiente. Tutti i negozi del ReTuna sono in linea con lo scopo del progetto perché, come si legge sul sito: sostenibilità non vuol dire vivere con meno comodità o stile, ma raggiungere tutto questo con le risorse che abbiamo già impiegato.

Per aiutare i cittadini in questo percorso di consapevolezza, tra le offerte del centro commerciale ci sono anche dei corsi annuali di progettazione, riciclo e riuso. Vengono poi organizzate delle singole lezioni per perfezionare le tecniche del fai-da-te e si realizzano brevi tour per quanti fossero interessati a raccogliere maggiori indicazioni sul funzionamento del progetto.

Questo modo innovativo di concepire lo shopping può portare nuovi stimoli alla società e alla competitività delle imprese. La sostenibilità non richiede di fermarsi o rinunciare a qualcosa, ma semplicemente di provare a riutilizzare le risorse già esistenti contenendo così la produzione continua e limitando gli sprechi. Il segreto quindi per aiutare l’ambiente e ridurre il nostro impatto sul Pianeta è quello di tornare a recuperare gli oggetti e abbandonare l’attuale modello di consumo usa e getta.

Vuoi vendere il tuo usato e dargli nuova vita? Cerca il negozio più vicino a te!


I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Condomini a misura di bicicletta in Svezia
Giovedì 14 Settembre 2017
Io penso circolare: premio per progetti di riuso
Giovedì 26 Gennaio 2017
SERR 2018: come prevenire e gestire i rifiuti pericolosi
Giovedì 22 Novembre 2018