Ecoturismo: i consigli di Mercatopoli per l'estate 2011!
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Ecoturismo: i consigli di Mercatopoli per l'estate 2011!
Lunedì 11 Luglio 2011
Silvia Dal Corso

lago di carezzaLuglio, tempo di vacanze! Sono in molti ad essere già partiti per le destinazioni estive prescelte, mentre altrettanti devono ancora partire o decidere come passare le ferie 2011. Il consiglio di Mercatopoli è di essere turisti responsabili e sostenibili.

Fare un viaggio costa sempre di più, ogni anno gli hotel rincarano le tariffe e i voli aerei nei periodi estivi sono particolarmente cari. Viene quindi spontaneo chiedersi se le ferie siano diventate un lusso per pochi o se sia possibile passare qualche giorno di vacanza per riprendersi dallo stress della vita quotidiana e ricaricarsi. Le mete turistiche più frequentate sono molto costose e spesso si passano giorni poco piacevoli perché si trova lo stesso caos e quantità di persone presenti nelle città. Lo scopo di una vacanza è rilassarsi, rallentare i ritmi e riposarsi in luogo poco frequentati.

Il sistema per ridurre i costi è scegliere una meta all’insegna dell’ecosostenibilità, un luogo meno frequentato e raggiungibile con mezzi più comodi e spostamenti a raggio ridotto. In questo modo, oltre al risparmio, si può scegliere di essere ecoturisti, adottando uno stile di viaggio ecocompatibile basato su principi ambientalistici, etici e sociali, per cui si rispetta al massimo in territorio in cui ci si trova, gli usi e costumi locali e si favorisce lo sviluppo del luogo.

Per un turismo di questo tipo sono a nostra disposizione le più varie mete, perché la penisola italiana è ricca di luoghi differenti uno dall’altro, per tutti i gusti e le esigenze: mare, montagne, campagna, laghi, panorami meravigliosi e zone in cui immergersi nella natura e riscoprire tradizioni culturali, enogastronomiche e il rispetto del pianeta in cui viviamo.

Italia, Germania, Francia, Austria, Svizzera e Slovenia nel 2006 hanno dato vita all’associazione Alpine Pearls con l’obiettivo di elencare le località alpine più belle e sostenibili dei cinque stati, per un turismo ecologico e a contatto con la natura. Quest’associazione propone una mobilità ecocompatibile e basata su energie rinnovabili, quindi l’uso di biciclette, camminate, trekking, equitazione, canottaggio e tutta una serie di attività che si possono fare senza l’uso della propria macchina, che negli spostamenti lunghi viene sostituita da autobus, treni e navette elettriche. Così si attuano attività divertenti, in accordo con l’ambiente e mirate ad aumentare il valore di ogni località.

san candido

Per ottenere il marchio Alpine Pearls le località di montagna si devono attivare per un costante miglioramento grazie anche ad uno scambio continuo di esperienze. In questo modo possono offrire ai turisti un’ampia varietà di prodotti, servizi e attività qualitativamente molto elevati. Se volete passare una vacanza indimenticabile all’insegna dell’ecoturismo scegliete una delle località con marchio Alpine Pearls e potrete godere dei requisiti che le contraddistinguono per essere etichettate come mete di un turismo davvero green:

- Cooperare su tutto l‘arco alpino per un turismo di qualità e amico dell‘ambiente.

- Poter essere raggiunte comodamente in autobus o in treno.

- Dare la possibilità di raggiungere tutte le zone senza dover usare l'automobile.

- Garantire mezzi di spostamento per il divertimento e il tempo libero: trekking, nordic walking, mountain-bike, equitazione, veicoli elettrici, sport d'acqua, sci di fondo, escursioni con le racchette da neve e molto altro.

- Offrire aree in cui girare a piedi senza traffico, gas di scarico e rumori.

- Garantire un servizio completo per la mobilità occupandosi di prenotazioni e consulenze personali qualificate.

- Sviluppare speciali pacchetti vacanza Alpine Pearls per rendere l'esperienza più comoda e piacevole.

- Impegnarsi per la salvaguardia dell'uomo e della natura: da una difesa attiva dell'ambiente all'impiego di fonti energetiche alternative.

- Tutelare le proprie varietà culturale ed gastronomiche per preservare e promuovere la cultura alpina, le tradizioni e la cucina locale.

- Impegnarsi nella conservazione dei paesaggi regionali tipici di carattere alpino, attraverso interventi rispettosi dell‘architettura locale e con l‘impiego di sistemi energetici alternativi.

Siete pronti per la vostra vacanza sostenibile?!