Walter non c'è più
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Walter non c'è più
Sabato 11 Aprile 2009
Alessandro Giuliani

walter lomarcoWalter non c'è più.

La notizia mi è arrivata ieri sera alle ore 21:18, da lasciare senza fiato, come un pugno nello stomaco. "Hanno trovato il corpo di Walter. La notizia non è confermata ma la fonte è sicura".

Con grande tristezza me lo ha scritto Stefano Catastini, conosciuto su Facebook, qualche giorno fa, anche lui colpito dall'immane tragedia.

Stavo cercando notizie di Giancarlo e Walter Lomarco, fratelli e gestori di Mercatopoli L'Aquila ma i cellulari erano irraggiungibili e i fissi squillavano a vuoto. I fratelli Lomarco abitavano entrambi nel centro di L'Aquila, la preoccupazione era quindi fortissima.

Martedì agganciai Stefano su Facebook "Giancarlo sta bene", fu la prima notizia.

Il seguito però fu drammatico "La sua famiglia purtroppo ha dei problemi. Mamma l'hanno estratta viva dalle macerie, Walter non lo trovano".

Passano le ore, poi i giorni. Riesco a sentire Giancarlo, non si hanno notizie ma la speranza è comunque forte: Walter è un ragazzo fantastico, pieno di entusiasmo e di progetti, non può finire così!

L'epilogo è purtroppo drammatico.

Ho sentito Giancarlo questa mattina e purtroppo tutte le speranze sono mestamente svanite.

Il destino è beffardo … incredibile il fatto che il punto vendita, aperto solo 7 mesi fa dai due fratelli, non abbia avuto grandi danni pur essendo ubicato in una zona tra le più colpite.

In queste ore stiamo assistendo ad una grande gara di solidarietà, è proprio vero che gli italiani danno il meglio di loro nei momenti più difficili. Molti punti vendita Mercatopoli si sono attivati già poche ore dopo la tragedia inviando abbigliamento e generi di prima necessità e facendosi portavoce, nei confronti dei loro clienti, per l'invio di un SMS da 1 Euro a favore della protezione civile. Ora ci stiamo organizzando per una raccolta fondi a favore della famiglia Lomarco che consegnerò personalmente a Giancarlo.

Purtroppo non ci sono parole che possano esprire l'entità della tragedia.

Solo l'invito a comporre ancora il 48580 per donare 1 Euro alla protezione civile: gli Aquilani ne hanno davvero bisogno!