Bijoux usati per un regalo di Natale sorprendente!
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Bijoux usati per un regalo di Natale sorprendente!
Giovedì 10 Dicembre 2015
Annalisa Aloisi

Esiste forse un regalo di Natale più classico di un gioiello? E più gradito ovviamente! Quale donna non freme all’idea? Ma i gioielli, quelli veri, quelli fatti con metalli e pietre preziose, ecco quelli non vanno più di moda. Certo rimangono uno status symbol ineguagliabile, ma per un evento importante, per dare un tocco unico al tuo outfit devi scegliere la bigiotteria.

Sembra un controsenso, o forse no. Ma il mondo della moda ha ormai inserito sulle passerelle bijoux eleganti, raffinati e molto ricercati. Quest’inverno in particolare ha voluto renderli protagonisti. Si sono viste infatti proposte interessanti e impegnative, bijoux voluminosi e luccicanti che illuminano il viso e impreziosiscono tutto l’outfit. Orecchi lunghissimi, pendenti senza fine e maxi spille.

Io sono come una gazza ladra, se vedo qualcosa che brilla, colorato e particolare, non so resistere. Così acquisto e acquisto, ma poi non li metto mai. Mi rendo conto che non sono il mio genere, o non trovo l’occasione giusta o semplicemente esco a cena e proprio mi dimentico. Quindi ho una scatola, rigorosamente di latta, rigorosamente vintage, in cui tengo i miei bijoux, abbandonati a se stessi, aggrovigliati.

Succede anche a te di avere bigiotteria che non metti mai, magari un regalo un po’ azzardato, un acquisto sull’onda dell’entusiasmo, un ricordo che vorresti eliminare? Porta la tua bigiotteria usata nel tuo Mercatopoli di fiducia. Con il nostro sistema di conto vendita potrai esporla gratuitamente e non dovrai fare altro che attendere di poter ritirare il tuo rimborso. Dicembre è un mese di regali e pensieri, e cosa c’è di meglio di un bijoux di pregio? Le tue probabilità di vendita sono altissime con l’arrivo del Natale.

Lo sai che l’arte della bigiotteria ha una storia molto antica? Fin dalla preistoria uomini e donne si adornavano con monili fatti in materiali naturali, come simboli di potere o per bellezza. Nell’antica Grecia, accanto a gioielli veri e propri, status symbol di una posizione sociale più elevata, erano diffusi monili in pietre semipreziose, legno lavorato e materiali naturali.

Fu il movimento Arts&Crafts in Inghilterra a far conoscere il mondo della bigiotteria e a farla apprezzare. Le forme sinuose e ispirate al mondo naturale dell’Art Nouveau, le forme geometriche e regolari dell’Art Decò, l’uso di leghe metalliche resistenti resero la bigiotteria alla portata di tutti.

Quando nel 1922 fu scoperta la tomba di Tutankhamon la moda egizia esplose in tutto il suo splendore, anche nel mondo dei bijoux. Fino agli anni ’30, quando la bigiotteria divenne l’incontrastata protagonista tra le star di Hollywood. Ma il divario sociale e cultura tra gioielli e bijoux era ancora molto ampio.

Fu Christin Dior, nel 1955, a osare portando in passerella ‘Aurora Borealis’, una collana con cristalli swaroskii e coperture in metallo. Da allora la moda non può più farne a meno e ogni anno in passerella vengono presentate nuove proposte, che hanno scalzato quasi completamente la gioielleria, la quale ormai ha un ruolo del tutto marginale e quasi esclusivamente spettacolare.

Oggi la bigiotteria si distingue essenzialmente in 3 categorie:

Una categoria a parte ma che sta prendendo sempre più piede è quella dei bijoux fai da te. Con un po’ d fantasia, materiali di riciclo o acquistabili nei negozi di hobbistica è molto facile creare gioielli fantasiosi, personalizzati e divertenti. Forse non adatti ad ogni occasione, ma unici, artigianali e spesso ecologici.

Insomma la bigiotteria è must che ogni donna deve avere tra i suoi accessori. Qualunque sia il tuo stile, se i tuoi bijoux usati sono di qualità ma non li indossi mai, approfitta del Natale e trasformali in bellissimi regali vendendoli con Mercatopoli.