Le tipologie di recinzioni da giardino
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Le tipologie di recinzioni da giardino
Sabato 27 Giugno 2015
Rosalba del Percio

Le recinzioni da giardino servono a proteggerlo da animali e persone intrusi, oltre che per delimitare i limiti della proprietà privata. Esistono diversi tipi di recinzioni: di legno, con cancellate metalliche, in muratura, in rete, o recinzioni che usano elementi naturali come siepi ed arbusti.

Le più semplici si possono realizzare da sè, ma per recinzioni da giardino resistenti conviene rivolgersi a un esperto, o acquistarle in commercio.

Recinzioni in legno

In particolare si usano nelle ville di campagna laddove si deve rispettare il contesto naturale.

Le staccionate realizzate in legno hanno generalmente un’altezza di 40 centimetri circa, sono semplici, leggere e facili da realizzare, ma la manutenzione richiede un pò di attenzione alle intemperie che inevitabilmente le possono danneggiare.
Con l’uso di paletti alti senza elementi orizzontali si crea una barriera difensiva dai malintenzionati che cercano di entrare.

Per realizzare una recinzione in legno c’è bisogno di piantoni verticali quadrangolari alti un metro e larghi 10-12 centimetri collegati da listelli orizzontali con viti di acciaio. Un’altra modalità per realizzare queste recinzioni è l’uso di piantoni verticali di forma cilindrica alti 150 centimetri e larghi 12 centimetri con fori in cui passano correnti orizzontali; tra un piantone e l’altro si pongono delle reti metalliche oppure altri piantoni messi in posizione orizzontale.

Recinzioni in metallo

Sono utilizzate soprattutto nei giardini delle case di città dalle dimensioni più piccole.

La recinzione a ringhiera è fatta in specialmente in ferro, serve a delimitare spazi stretti, assicurando che luce ed aria passino attraverso la ringhiera.
Tramite la ringhiera anche le piante ne beneficiano ricevendo acqua e luce a sufficienza.

Recinzione in muratura

La recinzione in muratura è tra quelle più resistenti e durature, ma è adatta solo a grandi superfici e non si può utilizzare in contesti come le ville di campagna o quelle soggette alla Soprintendenza per i beni ambientali.

Non si deve optare per recinzioni in muratura o troppo alte per giardini piccoli, dato che lo spazio non sarebbe vivibile e si creerebbe un’ancor maggiore senso di ristrettezza.

Se proprio si preferisce lo stile del muretto, esteticamente più bello, si può anche realizzare una recinzione a metà tra la ringhiera ed il muretto, che offre gli aspetti positivi di entrambe.