7 rimedi per pulire un parabrezza ghiacciato
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
7 rimedi per pulire un parabrezza ghiacciato
Mercoledì 07 Gennaio 2015
Polly Merc

In queste fredde giornate invernali uno dei principali e più noiosi problemi di affrontare è quello dello scongelamento dei finestrini della macchina. So che lo avete presente: più avete fretta più il ghiaccio sul parabrezza è spesso e difficile da eliminare. Il grattino è un oggetto infernale: quello che ottieni è che il ghiaccio si sposta da un'altra parte per poi attaccarsi in maniera ancora più violenta. Oltre ad una mano assiderata, perché vorrai mai ricordarti i guanti...

Un giorno di molti anni fa, colta da uno di quei impagabili colpi di genio che fortunatamente ti colpiscono solo una volta nella vita ho deciso di provare a rovesciarci sopra dell'acqua calda, si è formato uno strato di ghiaccio ancora più spesso, certo; non avevo azionato i tergicristalli! Mi sono fatta la doccia! E per fortuna che il vetro non si è crepato per lo shock termico! Da quel momento ho capito che tra me e i motori non ci sarà mai feeling.

Però il problema rimane: come liberare un parabrezza ghiacciato? Ecco alcune idee.

1. Una soluzione di acqua e sale da spruzzare sul parabrezza. Il sale evita anche la futura formazione di altro ghiaccio.

2. Una soluzione di acqua e alcol, fatta con la proporzione di 2:1. Funziona, ma alla lunga potrebbe rovinare le guarnizioni. Consiglio di usarla solo per le emergenze.

3. Una soluzione preventiva di acqua e aceto (in parti uguali) da spruzzare la sera sul vostro tergicristallo. L'azione acida dell'aceto dovrebbe evitare (o al limite ridurre) la formazione del ghiaccio.

4. Un foglio di giornale appoggiato sul vetro e tenuto fermo dai tergicristalli. La carta del giornale tiene asciutto il vetro, Ogni mattina però ci si ritrova con la carta da buttare: economico solo se siete degli assidui lettori di quotidiani, che vi garantiscono un costante apporto di materie prime.

5. Un vecchio telo da bagno da ancorare dentro le portiere. Decisamente più economico. Ma presenta il problema del "dove lo metto un telo bagnato?" Ingombra (soprattutto se ghiacciato) e alla lunga (e anche corta a dire il vero) puzza. Metodo da utilizzare previa una attenta analisi dei posti in cui stendere il telo ad asciugare.

6. Un foglio di pluriball da usare come sopra. Decisamente più pratico. Si asciuga da solo nel bagagliaio. Certo è un po' ingombrante, ma sempre più pratico del grattino.

7. Un vecchio calzino riempito di sale grosso da passare sul vetro. L'azione del sale scioglie il ghiaccio. Lo stesso principio del sale buttato sulle strade. Attenzione però a non usare il sale direttamente sul vetro: potrebbe rovinarlo e graffiarlo.




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Rimedi ecologici per i malanni estivi
Mercoledì 17 Giugno 2015
Raffreddori e malanni di stagione: rimedi per la tosse
Domenica 19 Ottobre 2014
Rimedi ecologici e naturali contro le zanzare
Giovedì 17 Agosto 2017