Come sopravvivere ai regali di Natale indesiderati
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Come sopravvivere ai regali di Natale indesiderati
Martedì 30 Dicembre 2014
Polly Merc

Natale. Arriva l’amica con un pacchettino speciale, composto proprio per me. Mi guarda con gli occhi luccicosi di chi sa perfettamente di aver fatto centro ed in effetti il pacchettino è una meraviglia: carta da pacco con dei fini disegni fatti a mano, un fiocco di rafia e 2 bottoni coloratissimi a decorare il tutto. Glamour, ecologico ed economico: il mio stile. Lo guardo ammirata, felice di avere un’amica così speciale, che mi conosce così bene da sapere esattamente come piacciono a me i pacchetti.

Mi crogiolo un attimo nella contemplazione: conterrà sicuramente una piccola meraviglia, con le amiche si è raggiunto l’accordo del “pensierino speciale” niente di costoso, cose semplici, fatte a mano, pensate con il cuore. Apro e... vengo colta dall’irrefrenabile desiderio di richiuderlo. Deve esserci un errore, il regalo doveva essere il pacchetto, ma allora perché non mi ha fermato quando lo ho aperto? La guardo in attesa di una spiegazione, deve essere uno scherzo e ora scoppierà a ridere di sicuro. Ma non ride anzi dice “Ti piace? E’ perfetta per la serata di Capodanno. L’ho vista e ho pensato a te!”

Mi stampo in viso un sorriso così falso che manco le banconote del Monopoli, non posso deluderla, è così felice, richiudo il pacchetto: mi convinco che se non lo guardo risulterò più convincente. Poi la abbraccio e mormoro un grazie. Se non la guardo negli occhi è più semplice. Intanto penso che per Capodanno sarò malata.

Eppure non è neanche la prima volta, ecco alcuni dei regali più assurdi che ho ricevuto.

1. Un tanga di raso bianco con le stelline e un fiocco rosso da un lato, no, non mi è stato regalato da un amante focoso o da un fidanzato in vista di una serata romantica. No, mi è stato regalato da un parente, molto stretto, quel genere di parente che ti vede nascere e ti tiene nella pancia per 9 mesi. Ancora mi chiedo se ci fosse lo zampino del ragazzo che frequentavo a quei tempi, in effetti a lei piaceva molto, forse aveva paura di una possibile rottura? Non ho mai approfondito.

2. Una gonna di jeans di 2 taglie troppo grande regalata da un gruppo di amici. Come attenuante (?) hanno dichiarato di aver fatto provare la gonna ad un’amica in comune ma di aver pensato che il mio girovita fosse sensibilmente più grosso del suo. Ho covato per mesi un insano istinto omicida nei loro confronti: ero appena uscita dall’adolescenza e quindi molto suscettibile all’argomento peso.

3. Un portachiavi a busta, regalato da un ex fidanzato. Presente quei portachiavi che fanno tanto nonno tabagista? Ecco, lui. Non credo di essere riuscita a simulare entusiasmo. Ho anche pensato di perdere accidentalmente le chiavi, ma i miei genitori (che a quei tempi mi mantenevano) non credo ne sarebbero stati particolarmente felici. Il portachiavi mi ha fatto compagnia per anni, ma poi, una volta che la storia è finita, è stata la prima cosa di cui mi sono liberata: è stato un bel momento.

A voi è mai capitato di ricevere un regalo assolutamente sbagliato? Ho trovato in rete un articolo che fa al caso vostro (nostro): ecco alcune idee per sbarazzarsi di un regalo indesiderato.




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Mai fatto un regalo usato? A Natale ricicla così!
Giovedì 07 Dicembre 2017
Dopo le feste rientra nei costi extra così
Giovedì 21 Dicembre 2017
Regali di Natale: 3 idee hand made (non solo in cucina)
Venerdì 19 Dicembre 2014