Tecnico dei computer: 10 cose da non dire mai...
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Le 10 cose da non dire mai ad un tecnico dei computer
Martedì 20 Maggio 2014
Annalisa Aloisi

Il lavoro del tecnico è duro e spesso ingrato. Gli vengono affidati pc con danni incomprensibili , pensando che possano risolvere tutto. A volte non è così, a volte è più complicato, quasi mai è colpa del tecnico.

 In ogni caso se vi siete rivolti ad un tecnico è perché lo considerate la vostra ultima ancora di salvezza: quindi farlo arrabbiare non è esattamente una buona idea.

Ecco quindi le 10 cose da non dire mai al tecnico che mette mano al nostro computer.

1. “Cos’ha combinato ieri quando ha toccato il mio pc?” Ammesso, e non concesso, che le cose siano peggiorate… se lo abbiamo chiamato è perché qualcosa non funzionava. E se ora le cose non sono più esattamente come prima probabilmente sono migliorate! Se un’icona si è spostata i dati non sono andati perduti, il tecnico non è un sadico che viene rovista, butta tutto all’aria e se ne va.

2. “Non funziona!” “Cosa non funziona?” "Niente!" Se non funziona niente, ma proprio niente, forse vale la pena di controllare che il cavo di corrente sia inserito. Credetemi, a volte il problema era davvero quello! Se invece il cavo è inserito bisogna essere un pelo più specifici. Se telefoniamo ad un tecnico e siamo così sintetici, cosa lodevole in altri contesti, difficilmente potrà aiutarci.

3. “Quando arriva lei funziona! Giuro, prima non funzionava!”. Quante volte vi è successo? Dai, siate sinceri! A me succede continuamente e sono la moglie di un tecnico. Le cose sono due: o il problema non esiste oppure, e a volte succede anche quello, si è risolto da solo. Nel primo caso il tecnico sarà venuto a fare un intervento inutilmente. E non potrà rispondere a dubbi e frustrazioni più di quanto non lo sappiamo fare noi.

4. “Quando viene lei dopo non funziona più qualcos’altro!”. Sicuri che sia colpa del tecnico?

5. “Non ho fatto niente!”. Improbabile! A meno che il pc non sia dotato di una propria coscienza. Più probabile che non sia stato fatto volontariamente. Cercare di ricordare cosa si è fatto aiuterà il pover’uomo a rimettere in salute il vostro pc, altrimenti dovrà annaspare nei meandri melmosi della palude dei file dimenticati e delle mail incautamente aperte fino a trovare l’origine di ogni male.

6. “Venga subito!” Per quanto incredibile possa sembrare non siete gli unici clienti che lo contattano e molto facilmente oltre a rispondere al telefono ha altre cose da fare.

7. “Ho aperto una e-mail….”. Il virus è un mostro contro cui un tecnico combatte ogni giorno. Mai, e dico mai, aprire una mail se non si conosce la provenienza o se contiene file sospetti. Soprattutto MAI se non si possiede un antivirus decente. Si rischia di perdere tutti i dati e peggio. E in quel caso nulla può neppure il nostro eroe!

8. “Visto che è qui…”. Ma lui aveva fissato appuntamenti e programmato lavori in base a quanto gli avevamo detto al telefono. E ora? Se questa nuova richiesta gli porterà via due ore (cosa probabilissima e spesso pure ottimistica) dovrà spostare appuntamenti, scontentare clienti, magari importanti, rimandare lavori... non era meglio avvertire prima?

9. “Mi scusi se la disturbo a quest’ora…”. Giuro, succede più spesso di quanto si pensi. La sera dopo le 21 o il sabato e a volte anche la domenica. A meno che non si abbia un contratto h24 il tecnico è una persona che oltre al lavoro ha una famiglia, degli hobby, una vita. Il pc si rompe mentre stiamo lavorando alle 21.30? Davvero pensiamo che tutti lavorino a quell’ora? Eppure esistono ancora quelli che ci rispondono lo stesso. Non abusiamo della loro gentilezza.

10. Questo è un consiglio. Se il vostro tecnico fa una cosa che non capite e non ve la spiega perché “sono cose tecniche”. Se ve la spiega ma non capite. Se ve la spiega come se fosse cosa ovvia. Non gliene vogliate. Lui vive in quel mondo tutto il giorno, a lui pare tutto normale. Lasciamolo fare, affidiamoci a lui. Non diamogli colpa di tutto ciò che accade, spesso la colpa è proprio nostra. Lui ci offre la sua professionalità e la sua pazienza, ha visto cose che noi umani….




I contenuti correlati che potrebbero interessarti

Firenze e il suo storico mercatino in piazza dei Ciompi
Sabato 05 Marzo 2016
Il Posto dei Ricordi
Martedì 18 Ottobre 2011
Cattolica in Fiore ed Expo dei Sapori
Martedì 21 Aprile 2015