San Valentino: come renderlo speciale
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
San Valentino, davvero speciale.
Giovedì 13 Febbraio 2014
Katia Rosso Limone

Anche quest’anno, è arrivato San Valentino. In molti si lamentano del carattere spiccatamente commerciale della festa, che sembra a volte annullare il nostro naturale romanticismo. Secondo me, è proprio vero: una festa quasi imposta a volte finisce per sminuire quella che è la particolarità, la spontaneità della storia d’amore che stiamo vivendo.

Ma è anche vero che la vita quotidiana ci porta facilmente lontano dalla tenerezza, dalle attenzioni, dal romanticismo anche un po’ infantile o dalla sensualità. Da quanto tempo non vi fate un massaggio, non vi chiamate con nomignoli stupidi, non vi dite “ti amo”, non preparate una cena speciale (magari finger food, per avere l’occasione per imboccarvi vicenda), non usate quell’accessorio o quel capo di lingerie particolare, non realizzate quella fantasia speciale…? Di esempi così ne abbiamo tutti, inutile negarlo.

Alla fine, una giornata è fatta di quello che noi ci mettiamo dentro e di come la viviamo. Una festa può cambiare completamente volto in base a come la reinterpretiamo. Chi l’ha detto che questo giorno va festeggiato come lo fanno centinaia di altre coppie?

Invece di lasciarci condizionare passivamente dal calendario, facciamo diventare San Valentino l’occasione giusta e speciale in cui ritrovare il nostro lato romantico e innamorato, o quello sensuale e trasgressivo, sia personale che di coppia. Quest’anno, il 14 febbraio possiamo decidere di darci appuntamento con quelle idee che lasciamo sempre da parte perché ci diciamo che non è il loro momento e finalmente viverle.

Per una volta, permettiamoci di farlo. Concediamoci di essere l’io romantico, l’io sensuale che portiamo nascosto dentro di noi e che lasciamo uscire sempre troppo poco. Prendiamo appunti su quello che avremmo voluto fare. Ricordiamoci di tutte quelle volte che abbiamo lasciato perdere, per timidezza o pigrizia. E’ arrivato il momento di rispolverare i sogni nel nostro cassetto di coppia e tirarli fuori, magari con l’aiuto di un bicchiere di vino e di una serata diversa da tutte le altre.

Io ho tutta l’intenzione di farlo, e voi?

Scritto da Giovanna Modoni, consulente RossoLimone di Roma.