Decluttering: un piano d’azione in 10 passi
X
MERCATOPOLI.IT
VENDI CON NOI
NOTIZIE
SHOP
NEGOZI
APRI CON NOI
MY MERCATOPOLI
CONTATTACI
Decluttering: un piano d’azione in 10 passi
Giovedì 30 Ottobre 2014
Annalisa Aloisi

Letteralmente ‘decluttering’ significa eliminare il superfluo. E chi non ha oggetti che non usa più in casa? Nella nostra società siamo stati abituati fin da piccoli ad essere dei perfetti consumatori.

Acquistiamo, accumuliamo e poi ci ritroviamo sommersi da oggetti molto spesso inutili. Ma non possiamo certo permettere che le cose ci sommergano. Arriva un momento in cui bisogna fare spazio nella nostra casa e nei nostri armadi.

Sapete che negli Stati Uniti e in Inghilterra si organizzano dei corsi di decluttering? Pare impossibile che ci debbano insegnare a eliminare le cose che non usiamo più. Ma effettivamente…eliminare come? Il decluttering non è un’operazione semplice perché spesso staccarci da alcuni oggetti è difficile, ma è estremamente liberatorio. Abbiamo pensato un percorso di decluttering in 10 passi da cui poter prendere spunto.

1. Dobbiamo convincerci a farlo. Non è un’affermazione scontata o banale. Siamo cresciuti nel consumo è inevitabile affezionarsi agli oggetti. Spesso hanno un significato emotivo, sono un ricordo, hanno una storia. Ma fare spazio nella nostra casa e nella nostra vita ha innumerevoli vantaggi. Ci sarà più ordine, questo è sicuro. Probabilmente più spazio. Ci libereremo di cose che non hanno più nessun legame con noi, che non fanno più parte di quello che siamo.

2. Buttiamo giù un piano di decluttering. Impossibile fare tutto in una volta, casa, cantina, soffitta. Imponiamoci di dedicarci a questa attività, che so, mezz’ora al giorno. Non solo non sarà faticoso (magari sarà lungo) ma il giorno seguente potremmo buttare qualcosa di inutile che il giorno prima avremmo tenuto.

3. Se ci sembra di sbattere qua e là per casa senza combinare un gran che proviamo a fare un elenco delle cose da fare e facciamone una al giorno. Gli elenchi hanno il potere di costringerci a portare a termine un compito che altrimenti forse non avremmo fatto

4. Organizzazione! Prepariamo pezze, detersivi, sacchetti e scatole. Controlliamo ogni oggetto e separiamo con cura ciò che vogliamo tenere da ciò che possiamo buttare via, perché rotto, rovinato o inutilizzabile, o che possiamo regalare o vendere

5. Come eliminare ciò che non ci serve più? Ciò che è davvero inutilizzabile buttiamolo, senza nessuna pietà. Ciò che invece è in buono stato, funzionante, ancora utilizzabile è assurdo buttarlo, possiamo decidere di regalarlo, donarlo o venderlo. Venderlo è sempre un buon affare. Nei mercatini dell’usato come i nostri punti vendita Mercatopoli potete vendere gli oggetti che non vi servono più e guadagnare attraverso il nostro sistema di conto vendita il 50% del ricavato direttamente in contanti. Se avete iniziato il decluttering cercate il Mercatopoli più vicino a casa vostra e date una seconda vita al vostro usato.

6. Non compriamo nuove cose e filtriamo immediatamente regali e gadget. Esiste una regola d’oro nel decluttering: one in, two out, per ogni caso che entra due devono uscire. Prima di acquistare contiamo fino a 10, o 20, o 30 e chiediamoci: ‘Mi serve davvero? Perché voglio comprarlo?’. Pensiamo sempre se quell’oggetto ci è utile o se è un inutile acchiappapolvere.

7. È vero, ci stiamo liberando del superfluo, ma vogliamo anche cambiare qualcosa, avere qualcosa di nuovo? Proprio non resistiamo? Aggiustiamo o reinventiamo ciò che già possediamo. A volte basta davvero un tocco di colore diverso, un utilizzo impensato, un restauro fatto da voi che vi riempie di soddisfazione e vi ritroverete con qualcosa di ‘nuovo’ ma recuperato. La vecchia piccola cassettiera che sta nel corridoio ci ha stufato e vorremmo cambiare? Non acquistiamone un’altra. Cerchiamo in rete un’idea divertente e reinventiamola. Dipingiamola, decoriamola, facciamone qualcosa di totalmente diverso, ci stupiremo dei risultati!

8. Liberarci di alcune cose, anche se non le usiamo, è troppo difficile? Creiamo una, o più, ‘scatole a scadenza’, in cui inserire gli oggetti dubbi. Mettiamo una data di scadenza come per un alimento e chiudiamola. Arrivata tale data avremo utilizzato alcuni di quegli oggetti? No? Allora vendiamoli in un mercatino dell'usato o regaliamoli, senza pensarci, senza aprire la scatola. È un metodo molto efficace!

9. Non facciamo decluttering da soli. Prima di tutto sarà più divertente in compagnia e poi chi ci aiuterà avrà uno sguardo più lucido e saprà consigliarci su cosa va davvero tenuto e cosa no.

10. Abbiamo portato molto da Mercatopoli, ci abbiamo ricavato un bel po’, ma ci avanza ancora qualcosa? Organizziamo uno Swap Party con gli amici. Scambiamo il nostro usato con il loro. Il motto di Mercatopoli è ‘ciò che non serve più a me può servire a qualcun altro’.

Allora siete pronti a liberarvi del superfluo e a reinventare la vostra casa? I nostri Mercatopoli vi aspettano per aiutarvi nelle vostre operazioni di pulizia. Vendete il vostro usato che non utilizzate più con Mercatopoli.